Una delle esigenze più avvertite nel settore degli studi sulla tradizione grammaticale tardoantica e medievale è quella di poter disporre di un catalogo dei manoscritti contenenti testi grammaticali che offra una ampia informazione mirata soprattutto ai testi, insieme alla non meno importante descrizione codicologica e ad una bibliografia selettiva. Tale esigenza è motivata soprattutto dal fatto che molti testi grammaticali sono ancora inediti e che per molti di essi ci si trova di fronte a  redazioni che possono variare in maniera anche molto significativa, vista la natura ‘aperta’ di opere di questo genere, destinate ad un uso pratico nelle scuole monastiche e quindi soggette ad interventi e rielaborazioni da parte di maestri e allievi. Strettamente legata a questa problematica è anche la necessità di disporre di una accurata e aggiornata lista delle opere grammaticali identificabili nella vasta produzione tardoantica e altomedievale, finalizzata a dar conto non tanto, o meglio non soltanto, degli autori più noti e studiati, ma proprio di quella massa di scritti tecnici e didattici cui si è già accennato, la cui identificazione resta estremamente problematica e complessa.
      A queste esigenze cerca di dare una risposta il sito dedicato ai Codici grammaticali latini, che è il frutto di una lunga e complessa attività di ricerca sviluppata presso il “Centro per la documentazione e lo studio dei materiali manoscritti del Medioevo meridionale”, attivo all’interno del Dipartimento di Filologia e storia dell’Università di Cassino. La ricerca finora svolta ha permesso di identificare circa 650 manoscritti latini contenenti testi di natura grammaticale; di tutti questi sono state acquisite le riproduzioni su microfilm, che sono disponibili presso il Centro; è stato inoltre avviato il processo di digitalizzazione, che ha finora coinvolto circa 250 manoscritti.
       Le schede descrittive dei manoscritti censiti – fondate sui dati ricavabili dai cataloghi e dalla bibliografia specifica – sono inserite nel presente catalogo on-line, che è finalizzato a fornire:

  1. una descrizione sommaria dei papiri e dei manoscritti latini di contenuto grammaticale datati o databili entro il sec. XI, contenente, oltre agli elementi identificativi del codice, dati essenziali relativi a datazione, origine e contenuto;
  2. una lista di autori e testi grammaticali latini scritti entro il sec. XI;
  3. una bibliografia su manoscritti e opere grammaticali.

Il sito si configura come il primo strumento descrittivo dei codici grammaticali e dei testi in esso contenuti, in vista della redazione di una catalogo analitico dei manoscritti latini di contenuto grammaticale e di una Clavis degli autori e delle opere grammaticali latine.